News

La nostra rassegna stampa e le ultime novità

SRSG GHASSAN SALAME BRIEFING TO THE SECURITY COUNCIL

Mr. President Members of the Security Council, Seven and half months into the conflict in Libya, and given the recent dangerous escalation in the hostilities in and around Tripoli, we find ourselves ever more in a race against time to reach a peaceful solution that...

Libia, l’ultima chance per uscire dal caos

Dopo oltre di sei mesi di combattimenti senza sosta, fatta eccezione per quattro giorni della tregua dell’Eid Al Adha negoziata dalle Nazioni Unite ad agosto, la situazione sul terreno in Libia non migliora, anzi continua a peggiorare. L’intervento...

CONTI IN SOSPESO PER I RIMPATRIATI DALLA LIBIA

“Italiani di Libia: conti in sospeso” è il titolo del convegno organizzato dall’Associazione Italiani Rimpatriati dalla Libia Onlus che si terrà sabato 28 settembre, alle ore 11, presso il Museo delle Civiltà di Roma Eur. A quasi cinquant’anni dal rimpatrio forzato ad...

“Terroristi dell’Isis sono nascosti a Tripoli”

“L’Isis sta approfittando della guerra per tornare in Libia. Finora ci sono stati quattro attacchi al sud, ma io che credo che abbia cellule dormienti anche a Tripoli e altrove”. L’allarme viene da Ghassam Salamé, rappresentante speciale Onu, che abbiamo incontrato...

Una piccola ma pericolosa guerra mondiale in Libia

Ora è più che mai indispensabile una vera conferenza di pace, con la partecipazione anche della Russia e della Cina, che finge disinteresse. Le milizie che difendono Tripoli hanno sin qui ridicolizzato i proclami guerreschi del generale cirenaico Khalifa Haftar. E...

Il Gheddafi che io ho conosciuto

Il legame di Valentino Parlato con la Libia non è stato solo per nascita o per gli anni giovanili di formazione, è durato fino alla fine, prima e dopo il Colonnello. Da Il Manifesto del 21 novembre 2011  Di Valentino Parlato Sono molto legato alla Libia ( e un...

La Libia ha bisogno di un altro Gheddafi?

Il Paese che è sull’orlo di una terza guerra civile, lacerato fra le forze del premier Fayez al Serraj e quelle del generale Haftar. Un caos dove è sempre più pressante la richiesta di un leader forte: un cittadino libico su due invoca persino il ritorno del mitico...