Dopo la fuga da Sirte, i jihadisti si riorganizzano a Sud e nell’Ovest. Patto con Al Qaeda , sabotaggi e guerriglia per minare la sicurezza

Pubblicato in Rassegna Stampa

Chiude dopo un anno, 1500 ricoveri e 500 operazioni l’ospedale vicino a Bengasi.  Gino Strada: «Ci hanno minacciati, non ci sono più le condizioni minime di sicurezza»

Pubblicato in Rassegna Stampa

Il ministro della Difesa: Haftar sostenga il nuovo esecutivo di Sarraj. Sulla missione anti-scafisti Nato: “Operativa dopo il vertice in luglio”

Pubblicato in Rassegna Stampa

Sono loro che avrebbero in custodia l'autista legato al sequestro dei quattro tecnici italiani. Nuovo rinvio del voto a Tobruk

Pubblicato in Rassegna Stampa
Mercoledì, 02 March 2016 10:49

Peacekeeping e uso della forza

Se prima o poi ci troveremo obbligati a «mettere gli scarponi sul terreno», oppure se riusciremo ad evitarlo, in Libia sarà giocoforza anche sparare. Non solo per tutelarei nostri interessi, ma soprattutto per salvaguardare la sicurezza dei nostri militari.

Pubblicato in Rassegna Stampa