Martedì, 04 September 2018 12:27

Il «Paese guida» sconfitto a Tripoli

Italia/Libia. Come tentare di riprendere in mano la situazione libica? Trasformando gli attori militari in politici o almeno veicolando le loro istanze nelle trattative. Uno studio dell’Ispi di Milano sostiene che bisogna ripensare al ruolo delle milizie nei negoziati: è giunto il momento di chiedersi se non sia l’intero processo politico a dover essere rivisto, coinvolgendo in particolare quegli attori che sono spesso stati esclusi o almeno formalmente relegati ai margini

Pubblicato in Rassegna Stampa

Il politologo francese: «Ogni tribù pretende i proventi del petrolio»

Pubblicato in Rassegna Stampa

Total vuole subentrare alle società americane nell'area. E gli Stati Uniti puntano a portare in Europa il loro gas

Pubblicato in Rassegna Stampa

Viaggio il Libia, un Paese senza stabilità. I meccanismi di una struttura «mafiosa»: ogni fazione ha propri ambiti di supremazia e, appena collidono, scatta la sparatoria

Pubblicato in Rassegna Stampa

Dopo l'accordo di Salvini con Serraj, si infiammano le tribù vicine ad Haftar. In molti preparano il jihad contro l'Italia. E dalle tv locali parte la minaccia a Roma.

Pubblicato in Rassegna Stampa
Pagina 3 di 8